Webmail | | Vacation | TeamViewer: Win - Mac | seguici su:

Kelly Services, Inc.

Kelly Services® recluta professionisti specializzati per conto di organizzazioni in tutto il mondo. E per gestire questa forza lavoro di alto livello, Kelly® assume i migliori profili per il suo staff interno.
Ma con sempre più dipendenti che si aspettavano di usare un Mac al lavoro, Kelly Services ha dovuto rispondere alle richieste offrendo un’alternativa tecnologica. Ora il Mac è un elemento distintivo per Kelly Services: attrae i talenti migliori e aiuta la compagnia a scalare la catena del valore.

Lavorare con Mac

Scalare la catena del valore con il Mac.

Istantanea dell’azienda

Recluta forza lavoro per clienti in tutto il mondo.
Fra i suoi clienti conta 99 aziende Fortune 100.
I profili forniti includono specialisti e professionisti in svariati settori: scienze, IT, ingegneria, sanità e finanza. È al 462° posto dell’elenco Fortune 500.

 


 

“Le persone che assumiamo vogliono poter usare subito un Mac. Offrire un Mac è un fattore importante per attrarre i migliori talenti, e per tenerli con noi.”
Judy Snyder, Senior Vice President e CIO, Kelly Services

 


“In poco tempo abbiamo dimostrato che distribuire i Mac non comporta svantaggi economici.”
Nicole VanHaren, Director, Global Infrastructure, Client & Collaboration, Kelly Services

Attrarre nuovi candidati con il Mac

Kelly Services non è soltanto un’azienda leader nella selezione di personale a livello globale: nel 1946 è stata la pioniera del settore. Oggi che il reclutamento di forza lavoro altamente specializzata è in crescita, Kelly Services ha rafforzato i propri team assumendo talenti di altissimo livello. Eppure, in passato, il fatto che la società utilizzasse PC con Windows rappresentava un ostacolo per i candidati migliori, che tendevano a preferire il Mac. E quando i nuovi dipendenti, che erano utenti Mac, dovevano imparare a usare Windows, si registrava sempre un calo di produttività. Ma la situazione è cambiata radicalmente quando l’organizzazione IT di Kelly Services si è reiventata per offrire un’alternativa tecnologica. Ora il Mac non è solo una calamita per candidati più talentuosi, ma permette anche a molti dipendenti di Kelly Services, vecchi e nuovi, di lavorare in modo più efficiente, coinvolgente e soddisfacente.

Un grande successo per il Mac Kelly Services ha uno staff di circa 8000 dipendenti a tempo pieno, che gestiscono una forza lavoro di 560.000 unità. Un tempo i dipendenti interni di Kelly Services lavoravano solo su computer Dell. L’idea di offrire un Mac è nata quando la società decise di fornire un iMac a 1000 dipendenti per soddisfare una richiesta di collocamento molto strategica. Lavorando in remoto, questi impiegati poterono toccare con mano la stabilità, la facilità d’uso e l’efficienza del Mac.

Il reparto IT di Kelly Services constatò che gli utenti Mac non richiedevano una formazione particolare e che le richieste di assistenza erano pochissime. E i Mac erano così affidabili da cancellare ogni dubbio riguardante possibili cali di produttività dovuti ai periodi di downtime.
Questa esperienza positiva ha portato il team IT dell’azienda a rivedere le proprie politiche in fatto di scelte tecnologiche. E non appena a dipendenti e candidati è giunta voce di un’opzione Mac, l’entusiasmo è cresciuto rapidamente.

Reinventare l’organizzazione IT Inizialmente l’azienda ha proposto i Mac ai manager delle sue sedi, registrando una rapida adozione fra i volontari, dai dirigenti fino ai responsabili di zona. Durante il progetto pilota, il team IT ha scoperto di poter sfruttare la maggior parte degli strumenti di gestione client già esistenti sia per i Mac con OS X sia per i dispositivi iOS. E poiché il Mac si inseriva senza problemi all’ambiente Active Directory basato su Windows di Kelly Services, non c’è voluto molto prima
che venisse offerto come opzione a livello aziendale. Ma l’entusiasmo per l’adozione del Mac è andato oltre. L’help desk e i team di assistenza dell’azienda hanno perfino scelto di ottenere la certificazione Mac. “La certificazione Mac è diventata un nostro fiore all’occhiello,” spiega un membro del team di assistenza.

Perché Kelly Services offre un Mac ai suoi dipendenti

• Aiuta ad attrarre e trattenere i migliori talenti.
• Sposta sul cliente il focus dell’organizzazione IT.
• Non è più caro rispetto ad altri sistemi concorrenti.
• Conferisce all’azienda una connotazione innovativa e all’avanguardia.
• È efficace per distinguersi dai concorrenti.

“I Mac sono semplicemente più facili da usare. Apro lo schermo, digito la password e mi metto subito a lavorare.”
Mike Baker, Director of Technology, Security, and Identity, Global Infrastructures, Kelly Services

Ridurre i costi, aumentare i successi

L’azienda ha scoperto che, considerando l’acquisto, l’assistenza, la manutenzione e i costi di permuta, distribuire e integrare i Mac non comportava particolari spese extra. “In poco tempo abbiamo dimostrato che distribuire i Mac non comporta svantaggi economici,” spiega Nicole VanHaren, Director, Global Infrastructure, Client & Collaboration di Kelly Services.

Come da programma, Kelly Services ha introdotto il Mac senza aumentare i costi dell’help desk né il budget dedicato all’assistenza. Si è anche scoperto che i Mac duravano in media un anno in più rispetto ai portatili Windows dell’azienda. E quando i Mac giungeranno al termine del loro ciclo di vita, Kelly Services prevede di poter recuperare un valore residuo molto più alto rispetto a qualsiasi altro sistema basato su Windows in uso fra i dipendenti.

Il supporto per il Mac parte dall’auto-assistenza

Spesso i dipendenti risolvono da soli i problemi relativi al Mac consultando il portale di assistenza sviluppato da Kelly Services con l’aiuto di Apple. Kelly Services ha utilizzato il training e i programmi di certificazione offerti da Apple per formare i team di supporto, evitando di dover assumere nuovo personale. L’azienda ha anche sfruttato AppleCare, il programma Apple di assistenza, riparazione e supporto tecnico. E il reparto IT ha potuto contare sull’aiuto e gli strumenti forniti dal team enterprise di Apple per creare l’infrastruttura pilota e mettere in atto un piano di distribuzione del Mac.

“Quando abbiamo annunciato ai dipendenti il piano Mac, è partito un vero e proprio applauso per l’organizzazione IT,” racconta Judy Snyder, Senior Vice President e CIO di Kelly Services.

Adottare il Mac: una scelta all’avanguardia per i CIO

Il Mac è diventato un segno distintivo di Kelly Services, rinforzardo la cultura dell’innovazione a livello interno e cambiando positivamente il modo in cui la società viene percepita dal mercato.
Per Kelly Services, il Mac è diventato un strumento per attrarre i candidati: offre una solida piattaforma di reclutamento e fa felici molti neo-assunti perché l’azienda soddisfa le loro richieste.
“Come candidato, il fatto che Kelly Services desse l’opportunità di scegliere un Mac mi ha fatto capire che si tratta di un’azienda che guarda al futuro e tiene conto delle diversità di esigenze,” dice Mike Baker, Global Infrastructure Director of Technology, Security, and Identity di Kelly Services.
Inoltre, si è ridotto anche il “gap produttivo” che si verificava quando, una volta arrivati in Kelly, agli utenti Mac veniva chiesto di imparare a usare Windows. “Noi di Kelly pensiamo che incoraggiare le persone a usare il computer con cui si trovano meglio sia un buon modo per investire sulla produttività dei dipendenti,” spiega Snyder.
I candidati di alto profilo si aspettano di poter scegliere su quale computer lavorare. E Kelly ha dimostrato che, adottando il Mac, le aziende hanno più opportunità di riuscire ad assumere e trattenere i migliori talenti.
Cosa consiglia Snyder agli altri CIO che stanno pensando di introdurre il Mac nelle loro organizzazioni? “C’è sempre un motivo per dire no,” spiega. “Ma quando si parla di Mac, non si può che dire sì.”

Kronos

Leader nel settore assistenza IT per aziende, con più di 25 anni di esperienza nel settore.

Ultime News ed Eventi

Contattaci

info (@) kronosweb.com
+39 02 39003176
+39 02 32066952
Via Ludovico Ariosto, 4 Milano
Via Nicolò Palmieri, 19 Varese
P.IVA: 12586250156